Certe domeniche mi capita di svegliarmi la mattina presto con in testa la domanda “cosa posso fare oggi”? Soprattutto quando il tempo non è ancora tropicale, quindi è esclusa l’idea di andare al mare in costume, mi ritrovo ad organizzare le mie domeniche senza grandi prospettive. Il risultato spesso si riduce a due magre possibilità: o inciampo nelle solite cose oppure arriva sera e non ho messo nemmeno un piede fuori casa.

Per coloro che hanno bisogno di cambiare, c’è solo una cosa da fare: andare alla ricerca di qualcosa di mai provato prima che può essere banalmente una nuova caffetteria oppure la visita di una mostra temporanea o un museo.

FARFALLE IN LIBERTÀ AL BUTTERFLY ARC

Sulla scia di questo entusiasmo, vi racconto la mia giornata passata presso il Butterfly Arc / Casa delle Farfalle e Bosco delle Fate durante uno dei miei tanti viaggi in Veneto. Io sono andata mesi fa ma in ogni stagione, ancor meglio in primavera, questo posto è capace di regalare un’esperienza unica.

Situato nella cittadina termale di Montegrotto Terme, vicinio a Padova, il Butterfly Arc permette allo spettatore di osservare centinaia di coloratissime farfalle in volo ed è la prima Casa delle Farfalle ad essere stata costruita in Italia. I vari ambienti, divisi per i vari continenti, sono la perfetta riproduzione di una grande foresta tropicale. Le sale sono umide, calde e ricche di bellissime piante esotiche in fiore; cosa da non sottovalutare, sono abbastanza grandi da permettere il passaggio anche di cospicui gruppi di persone senza dover sgomitare.

La maggior parte delle farfalle possono essere osservate nelle loro normali attività; questo fa si che il Butterfly Arc sia perfetto per un tour in famiglia: i bambini resteranno a bocca aperta e potranno vivere un‘esperienza ai limiti tra il formativo e il magico. Queste farfalle spettacolari dai disegni geometrici sulle ali, non badando alla presenza degli umani, avvolgono lo spettatore e se sarete fortunati non sarà raro che uno di questi magnifici insetti si posi sulla vostra pancia. Oltre alle farfalle sono presenti anche delle teche con coleotteri, pesci, camaleonti e salamandre. Alcuni pannelli ne spiegano anche le caratteristiche e le abitudini.

Oltre alla visita delle serre, la casa della biodiversità è circondata dal suggestivo Bosco delle Fate e da un bel giardino in parte riparato da un gazebo per una piacevole pausa all’ombra. Inoltre, c’è un piccolo ponte di legno sopra una fiumiciattolo in cui nuotano decine di tartarughe.

INFORMAZIONI UTILI SULLA CASA DELLE FARFALLE

Per chi si reca presso la Casa delle Farfalle tra marzo e maggio è consigliato scegliere un giorno nel week-end, quando non sono presenti i gruppi scolastici. Inoltre, perfetto sempre per chi viaggia con i bambini, la domenica e nei giorni festivi è possibile partecipare ai laboratori interattivi a cui possono partecipare singoli o famiglie. Durante tale attività un biologo spiegherà e mostrerà le caratteristiche di alcuni animali e favorirà il contatto diretto dei partecipanti con essi.

La durata della visita dipende da voi. Mediamente ci voglio almeno 2 ore per la Casa delle Farfalle e il Bosco delle Fate. Se invece si desidera svolgere un’attività come i laboratori, le proiezioni cinema 3D, ecc, meglio calcolare l’intera giornata.

Il Butterfly Arc, per concludere, si presta principalmente ad incantare i bambini ma risulta piacevole anche per i più grandi. Del resto, quanti di voi possono dire di aver assistito alla nascita di una farfalla?! La Casa delle Farfalle è anche questo…

LINK

www.micromegamondo.com