Quand’è che si smette di essere bambini? Ritrovarsi con un’età nettamente inferiore rispetto a quella anagrafica è più un’attitudine che un capriccio, talvolta è addirittura una fortuna. Sono fermamente convinta che non si dovrebbe mai smettere di sognare, di pensare in grande, di lasciarsi stupire, di essere creativi e sempre con la voglia di giocare incollata al corpo, proprio come solo i più piccoli sanno fare.
Al The Magic Castle Gradara tutto questo è naturale.

L’EVENTO THE MAGIC CASTLE OF GRADARA 2015
Il Castello di Gradara, dal 7 al 12 agosto, si è tinto di magia. Giunto alla seconda edizione, questo evento ha raccolto una serie di iniziative dedicate ai bambini ma anche a chi ama le favole, i costumi di scena e gli spettacoli che fondono insieme arte, musica e illusione. Per una strana coincidenza – mi trovavo in spiaggia stesa al sole con una rivista di moda in mano – ho letto la notizia di questa iniziativa. Essendo un’inguaribile curiosa affascinata dal mondo teatrale, mi sono regalata un giorno a Gradara. Non mi aspettavo né che questo castello fosse una maestosa rocca circondata da un piccolo borgo medievale, né che gli allestimenti di vie e botteghe fossero così attentamente curati. All’entrata i viaggiatori erano accolti da una lunghissima distesa di farfalle bianche che scendevano come un fiume dalla torre più alta fino a valle. Per le strade i colori degli abiti di menestrelli, fate volanti e streghe sorridenti avvolgevano ed invitavano i passanti agli spettacoli seminati in diversi punti del borgo.

OSPITI 2015
Tra le novità di quest’anno c’erano il contorsionista Cisky, direttamente da Italia’s Got Talent e, dal programma la Melevisione, la Balia Bea che ha allietato i bambini con storie, favole e filastrocche. Lo spettacolo più bello però è stato quello del Teatro dei Piedi di Laura Kibel. Quest’artista minuta si è presentata vestita di nero e con una serie di valigie: dentro ognuna era nascosta una favola. Attraverso degli elementi da lei costruiti, Kibel sparisce dietro a dei personaggi che, tramite il solo uso di musica e gesti, sono capaci di raccontare storie divertente ed emozionanti. Ho apprezzato la forza di questa donna capace di conversare con grandi e piccoli tramite le sue gambe, i suoi piedi e tanta creatività. L’organizzazione è stata impeccabile: non mancano le navette che dal parcheggio garantiscono il trasporto fino al castello, le botteghe dove ristorarsitutti i servizi necessari per la buona riuscita della manifestazione e degli addetti incaricati a verificare la customer satisfaction dei turisti. Insomma, è un’esperienza che consiglio di vivere soprattutto per chi viaggia con i bimbi. Basta arrivare verso le 18.00 e attendere il calare del sole: vedrete accendersi mille lucine colorate!

IL CASTELLO DI GRADARA
Anche se per l’evento The Magic Castle bisognerà ormai attendere il prossimo anno, non lasciatevi scappare una visita al Castello di Gradara. Questa fortezza medioevale, che sorge in provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, è circondata da ben due cinte murarie e dal sottostante borgo storico fatto di pietra e strette viuzze. Abbellito nei secoli delle varie famiglie che ha ospitato (Malatesta, Sforza, Borgia e Della Rovere), la rocca fu teatro di grandi eventi storici e leggendari. Sembra infatti che nella stanze del Castello di Gradara si sia consumata la struggente storia d’amore tra Paolo e Francesca e cantata da Dante all’interno della Divina Commedia. E’ uno dei monumenti più visitati della regione quindi, oltre a prevedere dei percorsi museali durante tutto l’anno, il borgo ospita eventi musicali ed artistici, spesso legati alle tradizioni medioevali.

Conoscete posti simili dove poter partecipare a sorprendenti spettacoli tematici? Mi piacerebbe replicare serate simili a questa prima della fine dell’estate!

 

INFO

www.themagiccastlegradara.it
www.castellodigradara.it
www.gradara.org