Se ancora non avete idea di dove andare in vacanza questa estate (e posso assicurarvi che non siete in pochi!), questo articolo potrebbe ispirarvi molto. L’isola di cui vi sto per parlare profuma di macchia mediterranea, racconta di storie antichissime e vi regalerà dei mari così limpidi che dirle addio sarà difficile… questa è Skiathos!

Skiathos si trova precisamente nel Mar Egeo e, insieme a Scopelo, Alonneso e altri isolotti, fa parte dell’arcipelago delle Sporadi Settentrionali. A differenza di Santorini, Milos o Kimolos, che sono di origine vulcanica, Skiathos è ricca di foreste di pini, vegetazione varia ed offre, oltre al bellissimo mare, anche stupendi paesaggi verdeggianti.
Ma entriamo nel vivo della vacanza!

PERCHÉ SKIATHOS

Uno dei vantaggi di quest’isola è che riesce ad unire due diverse tipologie di viaggio: spiagge poco affollate, lontane anni luce dal “logorio della vita moderna” e perfette per chi vuole rilassarsi e posti più movimentati adatti ai più giovani. Insomma, non manca la possibilità di fare una giornata di mare in quasi totale silenzio da abbinare con aperitivo al tramonto tra musica e cocktail.
Per non parlare delle possibilità che offre nelle ore notturne.
Ad esempio Skiathos Town, il capoluogo dell’isola, la sera si anima di tanti turisti, spesso non italiani. Le sue stradine sono popolate da casine bianche con tetti rossi e balconcini fioriti, non mancano taverne e ristoranti dove mangiare degli ottimi piatti tipici e nemmeno i negozi con prodotti locali e souvenir di ogni genere aperte fino a tarda sera. Caratteristico è anche il porto con le numerose bancarelle di saponi, profumi e olii essenziali ricavati principalmente dall’olio d’oliva.
Per chi vuole conoscere la storia del luogo invece c’è la possibilità di visitare il museo dedicato al poeta e scrittore Alexandros Papadiamantis oppure fare un’escursione nell’antico insediamento di Kastro*.

SPIAGGE PIÙ BELLE

Ma passiamo al mare. Quando ci si trova su un’isola greca come questa, è difficile selezionare le spiagge più belle. Avete presente quando Lord Farquaad su Shrek deve scegliere la principessa/scapolottina? Beh, più o meno la mia indecisione è pari a quel momento. In ogni caso ecco cosa non potete perdere…

Koukounaries
Koukounaries è la seconda spiaggia in Europa per contenuto di iodio. Oltre agli effetti benefici di questo elemento, la particolarità che lo iodio conferisce a questo luogo si esprime nei visibili cristalli luccicanti che si trovano nella sabbia e nell’acqua. L’effetto è paradisiaco! Sul lato sinistro di Koukounaries concedetevi anche una sosta nella piccola, ma incantevole, spiaggia di Maratha Beach.

Banana Beach
Spostandovi ancora più a occidente incontrerete Banana Beach, meglio nota per essere, insieme a Small Banana, la spiaggia dei nudisti (sinceramente non ne ho visti molti). La bellezza di questo posto va vissuta nel tardo pomeriggio quando il sole “cade” dentro il mare. Vi consiglio di recarvi in uno dei locali con terrazza per godere dello spettacolo che solo un tramonto greco può concedere. Meglio poi se in compagnia di una birra ghiacciata!

Mandraki
Proseguendo in direzione nord, raggiungete la penisola di Mandraki con le belle spiagge di Elia e Angistro. La più caratteristica resta però quella di Mandraki caratterizzata dall’arenaria rossa.

Baia di Aselinos
La spiaggia di Aselinos è formata da sabbia grossolana e piccoli ciottoli ed il mare è meraviglioso come tutti i posti fino ad ora citati. Poco vicino vi consiglio la piccola spiaggetta Mikros Aselinos. Più ostica da raggiungere ma stupenda grazie al territorio incontaminato che offre. Gli amanti della tranquillità apprezzeranno la sua piccola taverna dove poter mangiare piatti tipici della cucina greca.

Lalaria
Enormi scogliere bianche emergono dal mare blu: questa è Lalaria. Va detto però che questa spiaggia non è attrezzata, non c’è ombra ed è raggiungibile solo attraverso la barca. Per i più temerari: ogni giorno partono numerose escursioni che vi permetteranno di vivere questa meraviglia della natura.

Altro da sapere
La maggior parte delle spiagge di Skiathos sono selvagge, raggiungibili tramite strade sterrate, con poche sdraio e ombrelloni e di solito hanno una sola taverna per mangiare. Questo però, almeno per me, rappresenta un vantaggio. Il più delle volte i posti meno affollati ci permettono di vivere a pieno il luogo in cui ci troviamo. E poi non ha prezzo godersi un’insalata di polipo o dei freschi calamari alla griglia circondati dall’assoluta riservatezza e tranquillità!

*KASTRO
Kastro è un antico borgo fortificato del 1300 e si trova a strapiombo sul mare sulla punta più settentrionale dell’isola di Skiathos. Il promontorio roccioso appare costellato di ruderi, chiesette e parte della cinta muraria. Anche la rocca del vecchio Kastro è molto interessante ed il panorama che si arriva una volta giunti sulla vetta più alta è lodevole. Avvertenza: meglio visitare Kastro a partire dalle ore 16,30 per evitare il caldo. Dal punto in cui si lascia l’auto fino alla rocca ci sono circa 60 minuti da percorrere a piedi. Indossate scarpe sportive anche se deciderete di accedervi salendo dalla spiaggia dopo essere giunti nella baia tramite una barca via mare.

DOVE ALLOGGIARE, COME SPOSTARSI E DOVE MANGIARE.
Come già detto, Skiathos Town è il capoluogo dell’isola. Il borgo viene scelto da molti come luogo per l’alloggio ma essendo sempre colmo turisti, soprattutto la sera, vi consiglio di trovare sistemazione in altre zone dell’isola e lasciare Skiathos Town solo per le vostre passeggiate serali.
La mia base era l’Hotel Plaza a Kanapitsa Bay, tre stelle con sistemazione B&B. Struttura e colazione non sono proprio delle migliori ma la posizione è ottima: vi permetterà di raggiungere facilmente tutte le spiagge dell’isola ed è servita dal bus.

A tal proposito la cosa più comoda per gli spostamenti, soprattutto per raggiungere le spiagge a nord, è noleggiare il motorino, preferibilmente un 125 di cilindrata per affrontare le numerose strade in salita. In alternativa potete affidarvi al bus di linea che con 24 fermate collega Skiathos Town a Koukunares/Banana Beach. Il biglietto costa circa 2 euro ed il bus passa ogni 15 minuti ma nei mesi di luglio e agosto sono stracolmi di turisti.

MANGIARE

Durante la giornata la cosa più caratteristica e gustosa è restare in spiaggia e approfittare delle taverne. Accoglienti, economiche e ricche di buon pesce. La sera invece sono due le principali possibilità: andare al porto oppure a Skiathos Town. Il capoluogo è stracolmo di ristorantini di ogni genere: cibo greco, turco, british e chi più ne ha più ne metta! Ci sono anche dei pub carinissimi dove bere dei cocktail alla frutta.
Vi segnalo questo posticino talmente delizioso che si sono tornata due volte su una settimana, il Pinakothiki Meating Point Skiathos. I tavolini si trovano direttamente sulla stradina e mangerete avvolti dal classico panorama greco fatto di casette bianche e bouganville. Hanno molta carne, salsa tzatziki a volontà ma tra tutti i piatti regna la loro eccezionale feta in pasta fillo con miele e sesamo nero.

Facebook Pinakothiki Meating Point Skiathos

TripAdvisor Pinakothiki Meating Point Skiathos

E PER FINIRE…

Mi piace terminare gli articoli con qualche curiosità. L’isola di Skiathos e in quella vicina, è stato girato il film Mamma Mia!, con Meryl Streep, Colin Firth e Pierce Brosnan. E poi si… l’isola è piena di gatti!