Dopo settimane di assenza, torno a parlare nel mio blog e proprio della mia cara Perugia. So bene che questo periodo, con il Natale alle porte, è già ricco di regali da fare, cene da organizzare, cappelletti da preparare e Dio sa cos’altro, ma trovate il tempo per coltivare il vostro spirito con qualcosa di meritevole.

Mi sento in obbligo morale di segnalarvi “Intorno a Satie” l’omaggio che la città di Perugia, grazie all’amore di Riccardo Toccacielo per questo strabiliante artista francese, fa a Erik Satie a 150 anni dalla sua nascita.
In molti abbiamo ascoltato le Gymnopédies ma in pochi sappiamo chi è veramente Satie, un personaggio fuori dagli schemi, poco incline ai dogmi imposti silenziosamente della società di fine Ottocento e che Jean Cocteau ha definito l’unico ad essere unico. L’esperienza che vi si presenta spazia tra musica, design e illustrazioni ed è arricchita dalle installazioni pensate e curate da Riccardo Toccacielo, la seconda anima della mostra.

Provate ad avvicinarvi al divano sonoro per capire come Satie, più di 100 anni fa, con la sua arte è stato il precursore di quella che Brian Eno ha definito “ambient music”.

“Se qualcuno mi interrogasse sulla nostra epoca, io risponderei senza esitazione che i più grandi sono Debussy e Stravinsky. E aggiungerei subito: ma Satie è unico.” (Jean Cocteau)

Dal 14 Dicembre 2016 al 8 Gennaio 2017 – Museo civico di Palazzo della Penna, Via Podiani, 11.
Oltre all’esposizione visiva e sonora, sono previsti incontri, readings, laboratori e concerti. Fatevi del bene e andate. Il treno delle volte passa una sola volta e questo si ferma proprio sotto casa nostra, in Umbria. Prendetelo! E se sarete fortunati troverete direttamente Riccardo Toccacielo a farvi da Cicerone tra le sale e le opere artistiche presenti nelle sale del palazzo.

 

Altra segnalazione è la mostra “Burri Lo Spazio di Materia / tra Europa e USA”, ospitata presso gli Ex Seccatoi del Tabacco a Città di Castello. Oltre ad alcune delle più importanti opere di Burri, circa 20 selezionate per l’occasione, è possibile ammirare altre creazioni di maestri come Calder, Pollok, Klein, Fontana e solo di passaggio in Umbria, fino al 6 gennaio 2017.

E poi se proprio non riuscite ad andare voi in prima persona a una di queste due mostre, beh regalate un biglietto ai vostri amici per Natale. Oltre a diffondere la cultura, vi risolvo anche la spinosa questione “Cosa regalo quest’anno? E soprattutto,quando ci vado a fare i regali?!”.

Buone feste a tutti voi.
Ci vediamo il prossimo anno.

ERIK SATIE – Tutte le Info. 
FONDAZIONE BURRI – Tutte le info.